Il 16 febbraio del 131 d.C. nacque Faustina minore, madre dell’imperatore Commodo

0
773

Il 16 febbraio del 131 d.C. nacque Annia Galeria Faustina, meglio nota come Faustina minore, figlia dell’imperatore Antonino Pio e di Faustina maggiore e moglie dell’imperatore Marco Aurelio da cui ebbe 13 figli, tra cui Commodo. La loro unione fu duratura, 30 anni di matrimonio che portarono la coppia ad avere numerosi figli, ma solo un maschio e cinque femmine sopravvissero ai genitori.

Faustina minore, Louvre ​English-speaking Wikipedia user ChrisO [GFDL (http://www.gnu.org/copyleft/fdl.html) or CC-BY-SA-3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/)], via Wikimedia Commons
L’Historia Augusta, una raccolta di biografie di imperatori e non, che va dal periodo adrianeo fino a Numeriano, la tratteggia come una donna molto aperta ed attiva. Famose erano le sue relazioni con marinai e gladiatori che ospitava spesso nella sua villa di Gaeta, e si vocifera che da una di queste storie nacque anche Commodo, stranamente appassionato di lotte nell’arena.

Faustina seguì spesso il marito nelle campagne militari; nel 170-174 d.C. andò nella campagna del nord così come nella campagna di Oriente a seguito dell’usurpazione di Avidio Cassio e, di lì a poco morì in Cilicia nel 175. Nel luogo della morte, Marco Aurelio fondò una colonia, Faustinopolis, così come confermano anche gli scavi archeologici. La donna fu anche divinizzata, prendendo quindi il titolo di Augusta, le venne eretto un tempio a Roma e le venne intitolato un sussidio alimentare dedicato alle giovani bisognose.

Condividi
Articolo precedentePotenti dei o animali? Al Museo Egizio una visita guidata per imparare a riconoscere le divinità faraoniche
Prossimo articoloApre al Cairo il National Museum of Egyptian Civilization
Alessandra Randazzo

Redattrice e Social media manager per Mediterraneo Antico.

Laureanda in Lettere Classiche presso il DICAM dell’Università di Messina. Durante la carriera universitaria ha partecipato a diverse campagne di scavo e ricognizione: per la cattedra di Archeologia e Storia dell’arte Greca e Romana presso il sito dell’antica Finziade, Licata (AG) sotto la direzione del Prof. G. F. LA TORRE e del Dott. A. Toscano Raffa, Febbraio-Maggio 2012; per la cattedra di Topografia Antica presso Cetraro (Cs) sotto la direzione del Prof. F. Mollo, Luglio 2013.

Ha inoltre partecipato con conseguente rilascio di attestato ai corsi di: “Tecnica Laser scanning applicata all’archeologia” in collaborazione con il CNR-IPCF di Messina, Gennaio 2012; Rilievo Archeologico manuale e strumentale presso l’area archeologica delle MURA DI RHEGHION – TRATTO VIA MARINA, Aprile-Maggio 2013; Analisi e studio dei reperti archeologici “ Dallo spot dating all’edizione” – Maggio 2014; “Geotecnologie applicate ai Beni culturali” nell’ambito delle attività della cattedra di Topografia Antica, Marzo-Aprile 2016.

Collabora occasionalmente con l’ARCHEOPROS snc con cui ha partecipato alle campagne di scavo: “La struttura fortificata di Serro di Tavola – Sant’Eufemia D’Aspromonte” sotto la direzione della Dott.ssa R. Agostino(Soprintendenza per i Beni Archeologici della Calabria) e della Dott.ssa M. M. Sica 1-19 Ottobre 2012; Locri – Località Mannella, Tempio di Persefone sotto la direzione della Dott.ssa R. Agostino (Soprintendenza per i Beni Archeologici della Calabria) Ottobre 2014;

Nel Marzo 2014 ha preso infine parte al Progetto “Lavaggio materiali locresi” presso il cantiere Astaldi – loc. Moschetta, Locri (Rc) sotto la direzione della Dott.ssa M. M. Sica.