Museo del Clima e delle Scienze dell’Osservatorio Raffaelli

    0
    658

    Museo del Clima e delle Scienze dell’Osservatorio Raffaelli
    Via Francolano, 10 /  16030 Casarza Ligure (Genova)
    Piano terra

    contatti mobile +39 3495127595

    ossmeteogeologicoraffaelli.weebly.com
    museoclimascienzeossraffaelli.weebly.com
    direttoreosservatorioraffaelli@gmail.com

    ’Osservatorio Meteorologico, Agrario, Geologico Prof. Don Gian Carlo Raffaelli attivo dal 1865 e fondato ufficialmente nel 1883 a Bargone di Casarza Ligure (Genova); vuole portare a conoscenza di tutta la collettività, gli strumenti e i documenti storici della struttura originaria e nello stesso tempo porre a conoscenza attraverso la divulgazione delle scienze di cui sia nel passato che nel presente, si occupa.

    Il Museo è stato suddiviso in due Aree: la parte storica e la parte scientifica.
    All’interno dell’Area Storica troverete lo studio del Direttore dell’Osservatorio Prof. Don Gian Carlo Raffaelli con la sua scrivania, la biblioteca, alcune carte dei suoi studi e anche un aspetto religioso, essendo comunque sempre un sacerdote. Sempre all’interno dell’Area Storica troverete anche la realizzazione della stazione meteorologica con gli strumenti di monitoraggio tra la fine dell’800 e gli inizi del ‘900.
    La seconda Area Scientifica ha al suo interno 6 macro capitolo: Geologica, Meteorologica, Agraria e Foreste, Astronomia, Ambiente, Protezione Civile

    Il I° Capitolo consiste nell’argomento della GEOLOGIA, facendo fare al visitatore un percorso dalle orgini del nostro Pianeta al suolo attuale, con stratigrafia del terreno e la divulgazione di rocce e minerali del comprensorio della Val Petronio ma anche a livello Nazionale ed Internazionale. Il visitatore potrà svolgere attività di laboratorio e alla fine del percorso potrà testare la sua conoscenza acquisita.

    Il II° Capitolo consiste nel tema della METEOROLOGIA. Il visitatore verrà a conoscenza di tutte le leggi e fondamentali della materia, osservando tutte le caratteristiche presenti e alla fine del percorso potrà testare la sua conoscenza acquisita. Sono previsti tanti laboratori didattici lungo il percorso per sperimentare a livello pratico ciò che la teoria illustra (Per esempio la sperimentazione della pressione e delle leggi di Torricelli). Un primo sottocapitolo è dedicato al tema del rischio idro-geologico, esplicitando le diverse classificazioni di frana e illustrando al visitatore anche il rischio idraulico svolgendo non solo visioni di filmati audiovisivi ma anche testando semplici esperimenti e simulazioni su plastici di bacini idrografici. Un secondo sottocapitolo è dedicato interamente al ciclo dell’acqua.

    Il III° Capitolo consiste nel tema del settore AGRARIO E FORESTALE. Il visitatore in questo capitolo potrà venire a conoscenza della materia dell’agrometeorologia e dell’agrogeologia. Durante il percorso descriveremo ed illustreremo le tipologie di botanica e flora presenti sul comprensorio della Val Petronio, in Liguria e le principali a livello nazionale. Tratteremo un sottocapitolo legato alla fauna e illustreremo le tipologie di coltivazioni, i sistemi di terrazzamento, gli utensili impiegati in agricoltura, le tradizioni popolari legate a detti e nomenclatura dialettali, oltre ai modi e tecniche di potatura e di innesto ed alla trattazione di un sottocapitolo legato alle Api e al Miele.

    Il IV° Capitolo consiste nel tema del settore ASTRONOMIA. Il visitatore potrà cogliere aspetti di una tra le scienze più affascinanti che esistano. Illustreremo alcuni aspetti basiliari sul sistema solare, sulla luna e le sue fasi, sul sole, sugli altri pianeti e le principali stelle ed costellazioni.

    Il V° Capitolo consiste nel tema del settore AMBIENTE. Il visitatore potrà approfondire tematiche molto sensibili nella società odierna quale: i rifiuti, l’inquinamento atmosferico, l’inquinamento elettromagnetico, l’educazione ambientale.

    Il VI° Capitolo consiste nel tema del settore PROTEZIONE CIVILE. Il visitatore attraverso le conoscenze acquisite nei precedenti capitoli, sarà ora in grado di trarre da solo norme di autoprotezione per le differenti tipologie di rischi sia naturali che antropici.

    FRUIZIONE DEL MUSEO
    Tutte le aree sono adibite alla fruizione da parte di bambini e studenti e hanno la descrizione sia in lingua italiana che in lingua inglese e tedesca. E’ in corso un progetto per permettere anche ai non vedenti di leggere quanto descritto nelle nostre bacheche e nel percorso divulgativo.

    L’OSSERVATORIO E IL TERRITORIO Abbiamo realizzato dei percorsi turistici che consentano al visitatore di poter scoprire differenti itinerari sul territorio dove il Prof. Don Gian Carlo Raffaelli frequentava e dove vi è una traccia dell’attività dell’Osservatorio. Tali itinerari si legano perfettamente a reti escursionistiche da frequentarle a piedi, in mtb, a cavallo, in auto/moto. Lungo i diversi itinerari, vi sono delle tappe, in cui il visitatore potrà incontrerà delle tabelle in cui potrà venire a conoscenza della località in cui si trova. I segnali sono tradotti anche in lingua inglese e rappresenteranno prossimamente un percorso da trasferire su apposita App e sul sito web.